40 Domande e risposta

1) Che cosa sono i nutrienti?

I nutrienti, o principi nutritivi, sono le sostanze utilizzate dall’organismo per ricavarne energia,per crescere,per riparare le perdite, per mantenere e regolare le funzioni vitali. Il fabbisogno dei vari nutrienti varia a seconda dell’attività fisica, dell’età, dell’ambiente di vita, delle condizioni di salute, ecc. Gli alimenti (cibi) che contengono i nutrienti, vengono trasformati nel corso dei […]

2) Cosa sono le calorie?

Chi ha dovuto affrontare il problema del peso ha sentito parlare di chilocalorie senza magari aver ben chiaro che cosa siano. La caloria è solo un’unità di misura, come il metro, il chilogrammo etc. Una caloria è la quantità di calore necessaria per aumentare di un grado la temperatura di un grammo di acqua distillata […]

3) Cosa sono dove si trovano e a cosa servono i protidi?

I protidi (o proteine) svolgono importanti funzioni nel corpo umano: costituiscono tutti i tessuti (muscoli per primi, ma anche pelle, capelli, unghie, ecc…); partecipano alla formazione di ormoni, enzimi e altre particelle indispensabili alla vita, quali i geni , anticorpi, e possono anche essere utilizzati per fornire energia nelle circostanze in cui l’apporto dei nutrienti […]

4) Cosa sono dove si trovano e a cosa servono i carboidrati?

I carboidrati (o glucidi) sono la principale fonte energetica per l’organismo. I carboidrati devono coprire circa il 60% del fabbisogno calorico giornaliero, di cui almeno ¾ devono essere carboidrati complessi ed il resto carboidrati semplici. I carboidrati o zuccheri semplici (glucosio, fruttosio, galattosio, saccarosio e lattosio), costituiti da una o due molecole, sono presenti nei […]

5) Cos’è l’indice glicemico?

L’aggettivo “glicemico” deriva dalla parola glicemia che sta ad indicare la presenza di glucosio nel sangue. La risposta glicemica ad un tipo di carboidrati esprime l’arricchimento di zuccheri nel sangue, dopo aver consumato un certo tipo di carboidrati. I carboidrati situati in cima della gamma delle possibili risposte glicemiche sono definiti carboidrati ad elevata risposta […]

6) Cosa sono dove si trovano e a cosa servono i lipidi?

I lipidi (o grassi) hanno varie funzioni: quella di riserva energetica dell’organismo, i così detti  lipidi di deposito presenti nel tessuto adiposo, quella di trasporto delle vitamine liposolubili, apportano sostanze indispensabili non sintetizzabili nell’organismo (gli acidi grassi essenziali) e intervengono (i lipidi presenti nelle cellule, quali i fosfolipidi ed il colesterolo) in alcune funzioni cellulari. […]

7) Perché i grassi sono utili?

Sono numerosi ed importanti gli effetti favorevoli dei grassi : • Alto valore energetico: i grassi apportano un’elevata quantità di calorie (9 kcl/g), e sono quindi necessari o utili in particolari circostanze in cui vi è un’elevato fabbisogno energetico: attività fisica intensa, recupero di pazienti in condizioni di iponutrizione proteico-calorica prolungata causata da diete dimagranti […]

8) Perché i cibi grassi possono essere dannosi per la salute?

Gli effetti sfavorevoli dei grassi alimentari sono frequenti ed importanti: –         Un consumo abituale ed eccessivo di grassi implica un elevato apporto di calorie e se le calorie introdotte sono più di quelle consumate si accumula grasso di deposito (sovrappeso, obesità), specialmente se si tratta di soggetti sedentari, mentre un lavoratore, specialmente se esposto alle […]

9) Qual’è la differenza tra HDL ed LDL e qual’è la loro funzione?

I trigliceridi che assumiamo con l’alimentazione vengono inglobati all’interno di molecole chiamate lipoproteine. In base alla loro densità, si distinguono in chilomicroni, VLVL (very low density lipoprotein), IDL (intermediate density lipoprotein), LDL (low density lipoprotein) e HDL (high density lipoprotein). HDL=High-density lipoprotein , cioè lipoproteine ad alta densità. LDL=Low-density lipoprotein , cioè lipoproteine a bassa […]

10) Come influiscono sulla colesterolemia i grassi alimentari?

Il colesterolo che è introdotto con l’alimentazione (contenuto specialmente in burro, formaggio, carne bovina) ha un’influenza limitata sulla colesterolemia, perché la maggior parte del colesterolo contenuto nell’organismo viene prodotta nell’organismo stesso, specialmente nel fegato (la produzione di colesterolo aumenta se si riduce l’apporto alimentare di esso e viceversa diminuisce se aumenta l’apporto alimentare). Gli acidi […]

11) Le uova fanno aumentare la colesterolemia?

Nel tuorlo di un uovo sono contenuti circa 200 mg di colesterolo (i due terzi della quantità che si consiglia di non superare nella giornata), ma nell’uovo è presente anche una sostanza (la lecitina che ne riduce l’assorbimento. Non si deve rinunciare all’uovo nella alimentazione abituale, in quanto esso è ricco di proteine pregiate, di […]

12) Quali sono le principali caratteristiche degli oli per uso domestico?

–         Olio di oliva Tra i diversi tipi di olio di oliva vi possono essere alcune differenze in rapporto alla  provenienza delle olive, al tipo di pianta, al momento in cui sono state raccolte le olive ed alle manipolazioni che queste subiscono prima e durante l’estrazione dell’olio.  L’olio vergine di oliva viene distinto in base […]

13) Quali sono gli oli più indicati per la frittura?

L’olio di oliva e l’olio di arachide, che sono gli oli più resistenti alle alte temperature, possono essere impiegati anche per friggere, comunque gli oli vegetali è meglio consumarli a crudo. Alcuni consigli per la cottura domestica tramite frittura: a) immergere l’alimento in piccole porzioni nell’olio; b) non adoperare lo stesso olio o grasso troppo […]

14) E’ meglio il latte intero o il latte scremato?

La differenza tra latte vaccino intero e latte parzialmente o completamente scremato riguarda essenzialmente il differente contenuto di grassi. In base al contenuto di grassi il latte viene distinto in latte intero (circa 3,8 % di      grassi), latte parzialmente scremato (circa 1,6 % di grassi, latte scremato     (circa 0,1 % di grassi). Il latte parzialmente […]

15) I gelati sono alimenti grassi?

Dipende dal tipo di gelato, ad esempio quelli alla frutta contengono meno grassi e meno calorie (circa circa 160 kcal/100 g del gelato a base di latte (circa 240 kcal/ 100 g), ma in certi gelati si superano i 15-20 g di grassi e le 300 kcal/100 g. Il sorbetto alla frutta fornisce circa 130 […]

16) Quali sono i pregi e difetti della carne bovina?

Per carne si intende l’insieme di tessuto muscolare, tessuto connettivo, grasso, ottenuto da animali da macello (ovini, bovini, suini, equini) e da cortile (pollame, conigli) e dalla selvaggina. In base al colore si distinguono carni bianche (vitello, agnello, ovini, caprini, coniglio, pollame), carni rosse (bovini adulti, montone, equini, maiale) e carni scure (selvaggina). Le carni […]

17) Quali sono le alternative alla carne bovina?

Le carni avicole (pollo, tacchino, faraona, struzzo, ecc.) presentano attualmente, grazie all’evoluzione zootecnica, caratteristiche nutrizionali particolarmente favorevoli rispetto ai tagli di carne bovina, soprattutto per quanto riguarda il minore contenuto in grasso (con l’eccezione dell’oca, dell’anatra e del cappone, che sono grassi) ed un più favorevole rapporto tra acidi grassi insaturi (“buoni”, più abbondanti nella […]

18) Quali sono i pregi ed i difetti del formaggio?

Il formaggio è latte conservato con sostanze coagulanti, come il caglio, e poi fermentato dai fermenti lattici. Il formaggio apporta proteine di alto valore biologico, grassi, calcio, fosforo, vitamine A, B2, B12, ecc. Contenuti e caratteristiche differenti caratterizzano i vari, numerosi, tipi di formaggio. Pregi Il formaggio è l’ alimento che ha il più alto […]

19) Perché è importante consumare frutta e verdura?

La frutta e la verdura sono importantissime per stili di vita più salutari e corretti, perché sono fonte di sostanze benefiche per il nostro corpo. Le ultimissime linee guida internazionali, han proposto lo slogan “5 a day: Just eat more (fruit and veg)”, consigliando il consumo quotidiano di almeno cinque porzioni tra frutta e verdura, […]

20) Quali sono gli inconvenienti dei vegetali?

Rispetto ai pregi ed ai vantaggi, gli inconvenienti dei vegetali alimentari sono pochi, ma è utile conoscerli: • Presenza di germi patogeni, di tossici provenienti dall’inquinamento ambientale, in particolare dal traffico stradale (piombo, ecc.), di fitofarmaci. • Pericolo di allergia. I vegetali che più frequentemente, nei soggetti predisposti, possono provocare manifestazioni allergiche, sono: arachidi, fragole, […]

21) Cosa fare per un consumo utile dei vegetali?

Consumare ogni giorno almeno tre porzioni di verdura di cui una cruda, e due di frutta, di differenti tipi e di differenti colori. Ai differenti colori corrispondono differenti contenuti in nutrienti: I vegetali di colore giallo-arancione (arance, mandarini, pesche, melone, zucca, ecc.) sono ricchi di antiossidanti (flavonoidi, ecc.). I vegetali di colore giallo (limoni, banana, […]

22) Cosa fare per un consumo sicuro dei vegetali?

  • Gli ortaggi “freschi” pronti per l’uso, confezionati in busta o in vaschetta, sono affidabili se si usano i prodotti commercializzati da aziende note per la loro serietà, se la catena del freddo è stata rispettata e se i vegetali vengono riposti nel frigorifero domestico il più presto possibile e consumati, dopo averli lavati, […]

23) La buccia della frutta contiene più vitamine della polpa?

Eliminando la buccia della frutta si perdono specialmente le fibre vegetali, ma nella polpa sono presenti la maggior parte delle sostanze nutritive della frutta: l’eliminazione della buccia, dopo lavaggio, è pertanto raccomandata perché evita di introdurre fitofarmaci, ecc. e non compromette il valore nutrizionale.

29) Le noci fanno bene al cuore, specialmente a chi ha avuto un infarto?

E’ vero, in quanto le noci contengono buone quantità di un acido grasso omega-3; non bisogna però eccedere perché apportano molte calorie (50 g di noci portano più di 300 kcal).

30) L’aglio è utile per la prevenzione dell’aterosclerosi?

E’ una pianta dotata di numerose attività medicamentose, la più interessante delle quali è quella antiaggregante piastrinica, ma è anche utile per la protezione delle arterie, in quanto capace di ridurre il colesterolo, è in grado di abbassare la pressione arteriosa e ha anche un’azione anticancerogena.              Le cellule dell’aglio contengono l’allicina e altre sostanze si […]

31) I dolcificanti possono essere dannosi?

Il fruttosio a parità di peso fornisce le stesse calorie del saccarosio (zucchero comune), ma il fruttosio è più dolce, per cui ne basta di meno per dolcificare. Il sorbitolo, lo xilitolo ed il mannitolo sono prodotti naturali, il ciclammato, la saccarina, l’aspartame, l’acesulfame, ecc. sono prodotti di sintesi praticamente privi di contenuto calorico; per […]

32) Fare solo un grande pasto al giorno aiuta a dimagrire?

La distribuzione della razione calorica quotidiana in più pasti provoca un maggiore dispendio di energie: saltare abitualmente un pasto nuoce (provoca squilibri metabolici, in particolare un’eccessiva riduzione della glicemia), e non fa dimagrire, anzi può avere l’effetto opposto. Nei soggetti in eccesso di peso è meglio distribuire la razione calorica in tre pasti e due […]

33) Quali sono i cibi utilmente associabili nello stesso pasto?

E’ opportuno che la composizione del pasto sia varia, e non vi sono difficoltà a digerire più alimenti assunti contemporaneamente, basti pensare che nei cereali, che nessuno si sognerebbe di definire” sbagliati), vi sono glicidi e protidi . Certe associazioni sono particolarmente utili, ad esempio: • Carne e vegetali: l’acido ascorbico presente nella frutta e […]

34) Quanta acqua bisogna bere?

L’acqua viene assunta come bevanda e con gli alimenti (ad esempio l’acqua costituisce il 60% del peso della mozzarella, il 75-80% delle patate bollite con buccia, il 40% del pane fresco). La quantità di acqua necessaria varia a seconda dello stato di salute, dell’attività svolta, dal clima in cui si vive, del tipo di alimentazione […]

35) Bere durante i pasti rallenta la digestione?

Bere un paio di bicchieri di acqua, durante il pasto ed alla fine del pasto, facilita i processi digestivi perché l’aumento del volume della massa alimentare accelera lo svuotamento gastrico e riduce la sonnolenza provocata dalla digestione, ma un’eccessiva bevuta di acqua durante il pasto diluisce il succo gastrico e quindi può rallentare la digestione […]

36) Il brodo di carne aiuta la digestione?

Il brodo di carne ha un valore calorico e nutrizionale minimo, ma contiene sostanze che stimolano la secrezione gastrica: una tazza di brodo caldo alla fine del pranzo aiuta la digestione.

37) In cosa consiste l’alimentazione macrobiotica?

L’alimentazione macrobiotica, basata sugli alimenti biologici, privilegia i vegetali di stagione, i cereali integrali, i legumi, il tofu (caglio di fagioli di soia), le alghe marine, il miso (condimento a base di soia fermentata), l’olio di oliva o di semi, il sale marino, la frutta secca, ecc., ammette solamente piccole quantità di alimenti animali poveri […]

38) La surgelazione altera le caratteristiche dei cibi?

Il freddo conserva i cibi in quanto blocca o riduce l’attività dei germi e degli enzimi che provocano il loro deterioramento. Nella surgelazione il raffreddamento degli alimenti è rapidissimo e non altera la loro microstruttura. La surgelazione non compromette il valore nutrizionale e le proprietà organolettiche (sapore, profumo, colore) degli alimenti e ne consente la […]

39) Il caffè fa male?

La caffeina è il costituente meglio caratterizzato del caffè, ed è presente anche in alcune bibite, nel tè, nel cacao, nel matè e nel guaranà. Una tazzina di caffè espresso, preparato con le macchine che utilizzano il vapore acqueo ad alta temperatura, contiene 80-100 mg di caffeina (il caffè “lungo” contiene un po’ più caffeina […]

40) Fa bene assumere bicarbonato quando si ha la sensazione di rallentata digestione?

Il bicarbonato alza il pH gastrico, rallentando la digestione che viene invece favorita dalla produzione di acido cloridrico.

Torna su